Michael Mosley ha inghiottito una telecamera. Il percorso del cibo per scoprire il microbioma intestinale
Michael Mosley ha inghiottito una telecamera. Il percorso del cibo per scoprire il microbioma intestinale

Michael Mosley ha inghiottito una telecamera. Il percorso del cibo per scoprire il microbioma intestinale

Qualsiasi malattia ha origine dall’intestino e, solo studiandolo e nutrendolo al meglio, possiamo migliorare il nostro stato di salute.
Lo ha dichiarato Michael Mosley, ripercorrendo la strada tracciata da Ippocrate.

Ed è proprio Michael Mosley ad aver presentato La Dieta del Microbioma che, ha come obiettivo la cura del microbioma intestinale al fine di migliorare anche il sistema immunitario, il sonno e l’umore.
Torna così protagonista l’Agricoltura Simbiotica, da sempre concentrata a valorizzare e salvaguardare la vita di tutti i microrganismi che abitano nel sottosuolo.
La salute del microbioma intestinale è figlia infatti della salute del microbioma della terra.
Questa dipende dall’applicazione delle buone pratiche agricole e zootecniche in campo, oltre all’utilizzo di composti microbici nel terreno.
La certezza è giunta anche grazie ad un esperimento che ha coinvolto direttamente Michael Mosley.

Il medico autore del libro La Dieta del Microbioma ha infatti
inghiottito una telecamera e, in diretta, ha mostrato il percorso del cibo, focalizzandosi su che cosa succedeva nell’intestino.
I risultati: il microbioma intestinale conta una massa di 1-2 chili di microbi; il cibo spazzatura e l’uso eccessivo di antibiotici hanno, purtroppo, ucciso molti dei batteri buoni che abitano il nostro corpo, aumentando la diffusione di intolleranze alimentari e obesità.
Alla luce dell’esperimento la conseguenza è naturale.

Trattiamo bene il nostro microbiota intestinale: i microbi sono migliaia di miliardi e ci fanno stare bene.
Partiamo quindi dalla terra e dal suo microbioma, applichiamo le buone pratiche agricole e privilegiamo l’utilizzo dei composti microbici.
Per quanto riguarda la zootecnia, prestiamo invece attenzione all’alimentazione e alla cura degli animali.

Noi siamo quello che mangiamo,
Gli animali sono quello che pascolano!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Resta aggiornato!