Il Manifesto

Manifesto dell’Agricoltura Simbiotica

divider

Per un suolo
più sano

1. Rigenerare la BIODIVERSITÀ microbica dei suoli, fulcro della salute degli agroecosistemi.

2. Aumentare la SOSTANZA ORGANICA totale nei suoli agrari delle aziende produttrici.

3. Favorire lo sviluppo delle PRATICHE AGRONOMICHE a basso impatto ambientale e realmente CONSERVATIVE, che favoriscano la vitalità microbica dei suoli.

4. Sostenere l’importanza fondamentale di rigorosi PIANI DI ROTAZIONE delle colture agrarie.

5. Diminuire drasticamente l’APPORTO di FERTILIZZANTI chimici AZOTATI e FOSFATICI alle colture.

6. Diminuire l’APPORTO di METALLI PESANTI nei suoli agrari.

7. Diminuire gli INPUT CHIMICI DI DIFESA delle colture agrarie.

8. Aumentare la CO2 trattenuta nei suoli attraverso il BIO-SEQUESTRO del carbonio NELLE RADICI delle colture.

9. Consentire una GESTIONE OCULATA delle RISORSE IDRICHE nelle aziende agricole ed alimentari.

Per una produzione
virtuosa

10. Legare i PRODOTTI AGROALIMENTARI, in termini quali-quantitativi, al BIOTA MICROBICO DEI SUOLI in cui è avvenuta la coltivazione.

11. Coltivare e trasformare MATERIE PRIME AGRICOLE CON CARATTERISTICHE DISTINTIVE dal punto di vista funzionale e nutraceutico.

12. TRASFORMARE le MATERIE PRIME AGRICOLE tramite PROCESSI CHE RISPETTINO ed esaltino le loro intrinseche proprietà nutrizionali e organolettiche.

13. Creare un SISTEMA DI PRODUZIONE SOCIALMENTE VIRTUOSO, che dia dignità ai produttori ed una giusta redditività – accorciamento della filiera produttore-consumatore.

14. Favorire lo SVILUPPO DELLA BIODIVERSITÀ VEGETALE E ANIMALE all’interno degli agroecosistemi.

15. Promuovere l’uso di COMPLESSI MICROBICI per la DIFESA DELLE COLTURE COSÌ COME PER L’UOMO.

Per una divulgazione
consapevole

16.Portare la propria voce in merito ai REGOLAMENTI SUI FERTILIZZANTI E FITOFARMACI.

17. PROMUOVERE ATTIVAMENTE progetti di RICERCA, ai fini di cui ai punti precedenti, in campo agricolo, alimentare e di salute umana.

18. Creare una rete di COOPERAZIONE E SCAMBIO BILATERALE TRA LE AZIENDE del settore agroalimentare, le Università, i Centri di Saggio e di Ricerca, le istituzioni, i professionisti ed i consumatori.

19. Creare dei distretti di produzione da Agricoltura Simbiotica per proporre sul mercato un paniere di prodotti unici, legati al Biota Microbico del luogo, valorizzando così, attraverso i prodotti, i territori di origine.

20. SVILUPPARE TECNOLOGIE IN SUPPORTO ALLA TRASFORMAZIONE DIGITALE IN CAMPO AGRICOLO, motore per le nuove soluzioni.

21. Diminuire drasticamente la cementificazione dei suoli agricoli promuovendo la creazione e diffusione di eco-serre ed eco-stalle che abbattano l’uso del cemento.

Resta aggiornato!